La tracciabilità delle terre e rocce da scavo provenienti dalle lavorazioni di perforazione e scavo riveste un ruolo di fondamentale importanza nella realizzazione delle nuove tratte ferroviarie ad alta velocità.

Il nostro software, realizzato tramite tecnologia .NET utilizzando i pattern MVC e Nhibernate, è ospitato su server posto sul Cloud. Questa soluzione tecnica garantisce il committente in termini di continuità del servizio.

Grazie alle tecnologie utilizzate il software è altamente fruibile anche da tecnologie mobile e questo permette un facile utilizzo agli operatori che spesso si trovano a dover agire all’aperto. Tramite un tablet IP67 (non teme pioggia, polvere e cadute accidentali), l’operatore avrà a disposizione una tastiera agevole e potrà lavorare avvalendosi di alcune gesture per velocizzare l’inserimento dei dati.

Scenario con scavo effettuato da ruspe e trasporto su rotaia:

  • All’arrivo del treno adibito al trasporto un operatore provvede ad inserire la sequenza dei carri digitandone il codice di 12 cifre componendo così il convoglio. A questo punto qualunque operatore che abbia i diritti di accesso al treno, tramite tablet, vedrà il convoglio rappresentato graficamente e qualora avesse bisogno di togliere un carro non dovrà far altro che spostarlo fuori dalla sequenza dei carri trascinandolo con il dito. Ogni operazione effettuata è immediatamente trasmessa al server e resa disponibile per tutti gli operatori con accesso consentito.
  • Il gruista, adibito a posizionare i cassoni riempiti dalle ruspe sui carri, è dotato di palmare. Dopo aver scelto il treno che si sta apprestando a caricare (precedentemente inserito dall’operatore a terra), non dovrà far altro che digitare il numero del cassone (scritto in vernice sui 4 lati) e il peso rilevato dalla bilancia della gru. Tale informazione è immediatamente trasmessa al server e resa disponibile per tutti gli operatori con accesso consentito.
  • Al completamento del carico l’operatore a terra non dovrà far altro che attribuire i cassoni ai carri e lo farà in modo totalmente visuale. Sullo schermo del suo tablet compariranno il convoglio e la serie dei cassoni rilevati e caricati dal gruista. L’operatore dovrà fare tap sul carro e sui due cassoni che vi sono caricati sopra per creare l’abbinamento carro-cassoni in modo molto intuitivo e veloce. Quando avrà finito non ci saranno più cassoni da attribuire, quindi anche la verifica di correttezza sarà molto veloce.

Scenario con scavo effettuato da fresa e trasporto su rotaia:

  • All’arrivo del treno un operatore provvede ad inserire la sequenza dei carri digitandone il codice di 12 cifre componendo così il convoglio. Provvederà anche ad inserire i numeri dei cassoni, visto che in questo caso sono già posti sui carri, e ad abbinare ogni carro con i due cassoni che vi sono caricati a bordo. A questo punto qualunque operatore che abbia i diritti di accesso al treno tramite tablet vedrà il convoglio rappresentato graficamente e qualora avesse bisogno di togliere un carro non dovrà far altro che trascinarlo fuori dalla sequenza dei carri trascinandolo con il dito. Ogni operazione effettuata viene immediatamente trasmessa al server e resa disponibile per tutti gli operatori con accesso consentito.
  • Si acquisisce, dall’interfaccia realizzata con il reverse, la sequenza dei pesi rilevati per ogni operazione di carico. I pesi vengono automaticamente attribuiti ai cassoni, in ordine di caricamento.

Funzionalità comuni agli scenari illustrati:

  • Documenti e trasmissione telematica
    • Terminate le operazioni di allestimento del convoglio un operatore, ad una postazione fissa dotata di stampante, completerà, attraverso il software, le informazioni relative al convoglio in partenza con le informazioni obbligatorie per la compilazione del documento di trasporto terre e della lettera di vettura. Il software provvede a stampare e, attraverso il web service messo a disposizione da ferrovie dello stato, provvederà alla trasmissione telematica della lettera di vettura.


Scenario e funzionalità disponibili per il sito di destinazione dei materiali di scavo:

  • All’arrivo del treno al sito di destinazione un’operatore a terra, tramite un palmare, in maniera totalmente visuale, può selezionare l’intero treno ed assegnarlo ad una delle piazzole di destinazione facendoci tap sopra. Qualora l’assegnazione comportasse lo sforamento delle tonnellate consentite, l’assegnazione potrà essere effettuata parzialmente facendo tap cassone per cassone ed indicando sempre tramite tap la piazzola di destinazione. Su ogni piazzola è visualizzata la percentuale di riepimento.
  • Al raggiungimento del peso massimo consentito la piazzola cambierà colore e l’operatore potrà decidere se chiuderla o meno. Nel caso in cui la chiuda nessun treno o cassone potrà più esservi assegnato. Una volta effettuate le analisi del materiale e ricevuto il certificato sarà quest’ultimo che identificherà quel materiale di scavo.
  • A questo punto la piazzola sarà fisicamente svuotata ed il materiale trasportato nelle zone di destinazione definitiva, il software consente di abbinare il numero del certificato alle zone di destinazione definitiva e rendendo nuovamente disponibile la piazzola per accogliere del nuovo materiale di scavo.


Gestionale

Le procedure descritte sono disponibili anche su postazione fissa, senza il supporto visuale e di gesture descritte, ma tramite un normale gestionale che consente l’inserimento del treno, della sequenza dei carri, il peso di ogni cassone, l’abbinamento dei cassoni con i carri e la gestione dei materiali, delle piazzole e dei certificati sul sito di destinazione.

© 2016 ABSOLUTE. All rights reserved.